Gli incidenti informatici al primo posto tra i principali rischi per le aziende a livello mondiale

AttualitàSophos Security HeartbeatSynchronized Security

Rilasciato l’Allianz Risk Barometer 2019 che riporta i principali rischi che preoccupano le aziende su scala mondiale

Sono stati rilasciati in questi giorni i risultati dell’Allianz Risk Barometer 2019, la ricerca realizzata annualmente da Allianz Global Corporate & Specialty (AGCS) che riporta i principali rischi che preoccupano le aziende su scala mondiale.

In questa edizione sono gli Incidenti informatici e l’Interruzione di attività (BI) i rischi più temuti a livello aziendale, seguiti da incendi e catastrofi naturali. Ed è proprio la mancanza di adeguate misure di cybersecurity ritenuta la causa principale dell’interruzione di attività (con il 50% delle risposte).

Il lato positivo di questi risultati è la presa di coscienza da parte delle aziende dell’importanza del rischio informatico. Oggi le aziende percepiscono la strategicità della sicurezza informatica e la necessità di correre ai ripari e di dotarsi di soluzioni di cybersecurity all’avanguardia.

La Synchronized Security di Sophos

Abbiamo assistito ad un 2018 terribile dal punto di vista degli attacchi informatici, diventati sempre più numerosi e sofisticati. Secondo il Rapporto Clusit 2018 nei primi sei mesi del 2018 il cybercrime è cresciuto del 35% rispetto all’ultimo semestre del 2017 ed è stato la causa dell’80% degli attacchi informatici.

La buona notizia è che anche le contromisure possono essere sempre più preparate ad affrontare anche le minacce più avanzate.

Ne è un esempio la Synchronized Security di Sophos che permette ai vari sistemi di difesa di agire insieme come un’unica struttura, per offrire un livello di coordinazione delle tecnologie superiore a quello degli autori degli attacchi.

Questa straordinaria invenzione rappresenta la combinazione ideale tra una piattaforma di sicurezza estremamente intuitiva e prodotti pluripremiati che agiscono attivamente e in perfetta sincronia come un unico sistema di cybersecurity.

Con la Synchronized Security, i prodotti possono condividere informazioni essenziali, grazie al Security Heartbeat™, che garantisce la comunicazione tra endpoint e firewall. È un’idea semplice ma efficace, che si traduce in un maggior livello di protezione contro le minacce avanzate, consentendo di rispondere agli incidenti nel minor tempo possibile.

Velocità, semplicità, efficacia

Perché adottare la Synchronized Security? Ecco tre buoni motivi:

1.Individuazione più rapida delle minacce

Gli indicatori della presenza di minacce avanzate, quali ad es. il traffico sospetto, vengono immediatamente segnalati al Next-Gen Firewall e al Next-Gen Endpoint, per consentire il rilevamento e la prevenzione degli attacchi.

2.Investigazione semplificata

L’identificazione attiva dei sistemi compromessi consente a Endpoint e Firewall di condividere informazioni quali nomi dei computer, utenti e percorsi, per permettervi di intraprendere rapidamente le dovute azioni.

3.Riduzione dell’impatto delle minacce

Gli endpoint compromessi vengono automaticamente isolati dal firewall, mentre l’endpoint termina e rimuove il software malevolo. Inoltre, consente di risparmiare sia tempo prezioso del reparto IT che denaro, grazie alla funzionalità di risposta automatica agli incidenti.

Guardatela in azione

Collegatevi alla pagina dedicata alla Synchronized Security sul nostro sito per vederla in azione e per consultare la documentazione relativa alle sue caratteristiche: https://www.sophos.com/it-it/lp/synchronized-security.aspx

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.