I messaggi inviati di WhatsApp anche se eliminati potrebbero non esserlo per sempre

Per gli utentiProtezione dei datiAndroidMobilePrivacyWhatsApp

Sapevate che i messaggi di WhatsApp cancellati rimangono sul vostro dispositivo e possono essere facilmente recuperati?

Avete mai inviato un messaggio di WhatsApp alla chat sbagliata? Ad esempio un messaggio su quello stupido del vostro capo che era destinato al vostro collega ma che in qualche modo è stato inviato proprio allo stupido in questione?

Se è così, probabilmente sarete stati contenti quando WhatsApp ha introdotto la possibilità di revocare l’invio dei messaggi. La funzione “Elimina per tutti” è stata progettata per consentirvi di raggiungere virtualmente i messaggi e di rimuoverli dai dispositivi dei destinatari. Invece di vedere il post, essi leggeranno un messaggio che dice: “Questo messaggio è stato eliminato”, ma senza vederne il contenuto. Funziona non solo per il testo ma anche per gli allegati come foto, video, GIF e messaggi vocali.

È un po’ come la natura effimera di Snapchat, vero? Potete anche permettervi di essere un po’ spinti, dato che avete una finestra di tempo (presumibilmente 7 minuti) per cancellare un post di WhatsApp, proprio come la presunta sparizione in Snapchat di qualsiasi cosa spiritosa abbiate fatto.

Sfortunatamente pare che WhatsApp e Snapchat condividano anche qualcos’altro: proprio come gli Snaps, che avrebbero dovuto scomparire per sempre, sono risultati rimanere sul vostro telefono, i messaggi di WhatsApp cancellati rimangono sul vostro dispositivo e possono essere facilmente recuperati.

Questo secondo un report del blog spagnolo Android Jefe che ha scoperto che i messaggi di WhatsApp cancellati – perlomeno i primi 100 caratteri – possono essere letti nel registro delle notifiche del dispositivo.

Quello che abbiamo scoperto è che i messaggi sono memorizzati nel registro delle notifiche del sistema Android. Quindi, si tratta solo di inserire quel record per vedere i messaggi che l’altra persona ha cancellato.

La cronologia delle notifiche è una funzionalità nascosta che è stata aggiunta per la prima volta in Android 4.3. Potrebbe essere nascosta, ma ci sono app su Google Play che ve la riveleranno felicemente.

Inoltre, potreste non aver bisogno di alcuna app speciale:

Se il widget “Impostazioni” viene aggiunto alla schermata iniziale, probabilmente troverete l’opzione “Registrazione notifica”, come abbiamo visto in questo articolo con Motorola Moto G.

“Funziona perfettamente”, afferma Android Jefe, nonostante i limiti. Essi includono il fatto che il registro delle notifiche di solito salva solo le notifiche per alcune ore. Inoltre, il registro viene cancellato quando viene riavviato il telefono. Un altro limite è che puoi recuperare solo i messaggi che sono già stati visti o con cui hai interagito. Secondo Android Jefe, solo quando il sistema rileva questi eventi, salva un messaggio nel registro.

Per accedere ai messaggi eliminati non cancellati dal telefono, è necessario un telefono con almeno Android 6 o 7. Nella Cronologia delle notifiche, cercate quella che indica WhatsApp. Il messaggio sarà nella riga “android.text”.

Come spiega Android Jefe, non dovrete assolutamente preoccuparvi della Cronologia delle notifiche se state utilizzando una delle app che eseguono i backup dei vostri messaggi WhatsApp. Ciò include le foto, a cui non potete accedere nella cronologia delle notifiche. Date un’occhiata al vostro backup!

Indipendentemente dal fatto che si recuperino i messaggi eliminati tramite la cronologia delle notifiche o con un’app di backup, è necessario accertarsi che le notifiche di WhatsApp non siano disabilitate.

Dovreste fare tutto questo? Dovreste andare a leggere messaggi che qualcuno ovviamente non vuole che leggiate? Non è un po’ maleducato?

Sicuro! Certo, è un po’ maleducato ignorare il desiderio di qualcuno di sottrarre le proprie comunicazioni dal vostro telefono.

Ma ciò che conta davvero è che possa essere fatto. Una volta che un messaggio o una foto hanno lasciato il vostro telefono, non potete controllarli. Il vostro pulsante “Elimina per tutti” non può salvarvi da screenshot, backup o registri, o da siti Web come SnapSaved.com, il sito utilizzato per conservare gli scatti salvati tramite l’app Snapsave craccato dagli hacker nel 2014.

Quindi tenetelo a mente quando componete un messaggio di WhatsApp che a un certo punto potreste voler eliminare: è molto più facile non scriverlo piuttosto che assicurarvi che sia stato davvero cancellato – proprio come quegli Snaps che non scompaiono!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...