Products and Services PRODUCTS & SERVICES

È la curiosità che crea i prodotti migliori: una giornata nella vita di un ingegnere hardware senior

Il modo in cui il team di Sophos Firewall lavora è una delle cose che mi piace di più del lavoro in Sophos. I nostri nuovi dispositivi della serie XGS si basano su un’ingegneria molto complessa. Realizzarli ha richiesto una conoscenza approfondita e sono grato di far parte di questo team di persone estremamente talentuose.

Il team hardware è diviso in due sedi: una qui ad Ahmedabad, in India, e una a Pittsburgh negli Stati Uniti. Anche se siamo in fusi orari molto diversi, ci incontriamo quasi tutti i giorni, quando è il nostro pomeriggio e la squadra di Pittsburgh sta iniziando la giornata.

Queste sessioni sono davvero utili per mantenere tutto sincronizzato. Per noi è importante perché siamo un team relativamente piccolo con un lungo elenco di progetti!

La strategia che utilizziamo è quella di avere due membri del team che lavorano su ciascuna famiglia di prodotti firewall: uno negli Stati Uniti e uno in India. In questo modo, possiamo sostenerci a vicenda ed essere produttivi nell’intero arco delle 24 ore.

Dirigo tre famiglie di prodotti e lavoro con tre partner di progetto: Jack Dawson, Uwe Pack e Leo Wood. Sono ragazzi di grande talento ed è davvero divertente imparare da loro. Se disegnassi un grafico della mia conoscenza negli ultimi anni, vedreste un picco da quando abbiamo iniziato a lavorare insieme.

Mantenere vivo l’appetito per la conoscenza

Sono entrato in Sophos dopo essermi laureato al Pune Institute of Computer Technology nel 2014. Mi sono trasferito in uno stato diverso per entrare a far parte di Sophos, ed è stata una grande esperienza.

Da allora, mi sono sposato e mia moglie, Kavita, che lavora come ingegnere di rete, si è unita a me qui ad Ahmedabad, insieme alla mia famiglia. Quando non lavoro o trascorro del tempo con loro, cammino molto e adoro leggere. Ho sempre un elenco di libri che aspettano di essere acquistati.

Il mio interesse per l’ingegneria è iniziato con la costruzione di hardware barebone; prendendo un kit hardware praticamente dal nulla per arrivare a qualcosa su cui era possibile eseguire un software. All’inizio è stato frustrante, ma mi è piaciuta molto la sfida e mi ha incuriosito saperne di più.

Oggi è lo stesso. Quando vedo un collega lavorare in modo così fluido su un pezzo di ingegneria complessa, sono impaziente di imparare. Quando scopro di più la fame è soddisfatta, ma solo fino alla sfida successiva.

Questa curiosità mi spinge a raggiungere i miei colleghi; più domande pongo, più imparo.

Test a distanza in due continenti

Questo approccio collaborativo non mi ha solo permesso di imparare, ma in realtà ci ha aiutato ad aumentare il livello delle nostre strutture qui in India.

Il laboratorio di Pittsburgh dispone di funzionalità di test remoto davvero avanzate, quindi il nostro team in India può eseguire test automatizzati su un prototipo di appliance firewall in America. In questo modo, possiamo eseguire 4.000 o 5.000 cicli di alimentazione; molto più di quanto un utente potrebbe avere mai bisogno nel mondo reale.

E ora, grazie all’aiuto dei nostri colleghi, sono molto orgoglioso di dire che abbiamo esattamente le stesse capacità nel nostro team hardware qui in India. Quindi, abbiamo effettivamente raggiunto due traguardi con questo progetto: un nuovo tipo di firewall più potente e un nuovo laboratorio di test migliorato.

Queste nuove strutture significano che possiamo andare ancora oltre per testare i nostri prodotti 24 ore su 24. Li arrostiamo davvero e questo significa che possiamo essere certi che funzioneranno anche per i nostri clienti. Penso che sarebbero sorpresi di tutto quello che abbiamo fatto passare ai loro dispositivi!

Quattro fattori nelle prestazioni del firewall

Sono stato anche ispirato dalla collaborazione con il nostro leader dell’ingegneria hardware, Mike Benson. La sua professionalità è sorprendente.

In particolare, Mike si assicura che pensiamo all’esperienza del cliente nell’utilizzo del firewall giorno per giorno, fin dall’inizio di un progetto. Per fare ciò, dobbiamo gestire e bilanciare quattro parametri chiave: potenza, termica, rumore e prestazioni.

La potenza è la prima sfida. Il nuovo firewall è molto più potente del suo predecessore – in alcuni casi le specifiche sono raddoppiate o addirittura triplicate – quindi dobbiamo essere certi dei margini su tutti i power rail.

Tutta quella potenza produce una quantità significativa di calore, quindi la seconda sfida è gestire le proprietà termiche all’interno della scatola e prevenire il surriscaldamento.

Ciò potrebbe comportare l’utilizzo di una ventola, il che ci porta alla terza sfida: il rumore. Il cliente non vorrebbe un apparecchio che sia troppo rumoroso nel suo ambiente di lavoro, quindi dobbiamo rallentare la ventola o progettare una curva della ventola che aumenti quando è necessario.

Ciò porta al quarto parametro, che è la gestione del carico di prestazioni. Ad esempio, se il carico sul firewall non corrisponde al carico sulla ventola, le prestazioni peggioreranno e non possiamo permetterlo.

Tutti e quattro questi requisiti sono stati specificati sin dall’inizio del progetto, per ogni appliance firewall della nostra gamma. E poiché tutti gli ingegneri li avevano in mente fin dall’inizio, siamo stati in grado di fornire ottimi risultati. Il nuovo firewall potrebbe essere due volte più potente di quello vecchio, ma non si noterà un aumento significativo del rumore.

Ottenere tutto questo, per ciascuno dei modelli della famiglia di prodotti, è stata un’esperienza entusiasmante.

Una vittoria per i nostri clienti e per il team

La serie XGS è la terza generazione di firewall su cui ho lavorato. I nostri prodotti migliorano continuamente in termini di complessità ingegneristica e capacità, ma questa serie rappresenta un grande balzo in avanti.

Abbiamo testato intensamente i nuovi dispositivi e ad ogni traguardo hanno superato i requisiti iniziali stabiliti dal team. I nostri clienti possono sentirsi molto fiduciosi nei confronti della serie XGS.

Il lancio è stato vantaggioso per tutti. Sono orgoglioso dei prodotti e sono anche molto orgoglioso della capacità di test che abbiamo creato qui per il team in India, pronto per il prossimo progetto.

È molto motivante vedere cosa è possibile fare adesso. Sono entusiasta di dove sta andando il settore, tutti i nuovi chip e le capacità, ed è questo che mi tiene legato a questo ambiente.

C’è molto di più da imparare. E come parte di un grande team, possiamo fornire i risultati necessari. Non mi sento stanco alla fine della giornata; solo motivato per ciò che costruiremo in futuro.

Leave a Reply

Your email address will not be published.