Ottobre mese della cybersecurity: ogni settimana appuntamento con Sophos per imparare a proteggersi sul Web

Per gli utentiProtezione dei daticybersicurezzaData Protectionemail security

Ottobre è il mese della cybersecurity e Sophos rilascerà settimanalmente dei consigli per proteggersi dai pericoli del Web.

Paul Ducklin sul blog NakedSecurity ha aperto il mese con un’interessante riflessione sul tema della sicurezza, disponibile
qui
. Il fil rouge dei consigli di Sophos sarà “Stop. Think. Connect”, un consiglio semplice ma concreto per affrontare con consapevolezza i rischi del Web.

Il primo appuntamento con i suggerimenti di Sophos punta proprio a diffondere semplici comportamenti che tutti gli utenti dovrebbero adottare per navigare in tutta sicurezza proteggendo i propri dati sensibili.

1. Bloccare le pubblicità online

In certi casi, navigare sul web con le pubblicità attive è come leggere un libro mentre qualcuno ti punta una torcia negli occhi e ti distrae urlandoti in un orecchio. Non è sempre così naturalmente, ma il motivo per cui certe pubblicità sono così irritanti è perché sono concepite per catturare l’attenzione dell’utente. Chi crea questi messaggi si avvale di network che distribuiscono le pubblicità in milioni di siti e monitorano ogni mossa del cyber utente e se tali network cadono nelle mani degli hacker possono diventare ottimi strumenti per veicolare virus e malware. Non succede spesso, ma quando succede colpisce tantissime persone. La soluzione? Scaricare un Adblocker: bloccando le pubblicità si limita sensibilmente anche la possibilità di essere infettati da virus.

2. Usare un gestore di password

Caselle di posta private e aziendali, siti di e-commerce, portali per l’e-booking… oggi ognuno di noi deve districarsi tra decine di password e spesso gestirle in modo adeguato diventa una vera sfida. Usare sempre la stessa password è una tentazione molto forte perché naturalmente semplifica al massimo il problema ma si tratta di un comportamento estremamente rischioso. Solo usando password diverse per ogni account e impostando combinazioni complesse l’utente può proteggere efficacemente i propri sati sensibili. Gestori di password come LastPass, 1Password e KeePass possono creare, memorizzare e anche immettere direttamente sul sito tutte le password… una specie di “maggiordomo virtuale” che segue l’utente aprendo tutte le porte.

3. Essere educati sui social media

Un uomo saggio disse: “la prossima volta che ti troverai bloccato nel traffico ricorda che tu sei il traffico”. Funziona così anche per i social media. Ci sono tantissimi spunti positivi che può dare la rete, ma ci sono anche numerosi comportamenti asociali e pericolosi come il bullismo e il trolling. Inoltre spesso sui social network trovano sfogo atteggiamenti egocentrici e la tendenza a vantarsi e a sminuire gli altri, tutti aspetti che possono avere effetti negativi soprattutto sugli utenti più giovani e dunque vulnerabili. Una ricerca da parte del Department of Behavioral Science, Utah Valley University ha dimostrato che: “Chi passa molto tempo su Facebook pensa che i suoi amici siano più felici di lui. Inclusi gli amici che sono solo ‘virtuali’ e che non si conoscono personalmente”. Questo effetto è generato dal “rumore di sottofondo” che noi tutti contribuiamo a creare… cerchiamo di cambiare atteggiamento e utilizzare i social con maggiore cautela e buon senso!

4. Fare log out

È facile dimenticarsi di fare log out e rimanere sempre connessi anche quando non si utilizza più un applicazione. Quando non si ha più bisogno di un applicativo è buona cosa fare sempre log out e entrare nuovamente quando ce ne sarà bisogno: questo vale per le caselle email, gli account su Amazon, le chat, ecc… Ovviamente si perde qualche secondo… che non è nulla rispetto ai danni che può generare un account rimasto aperto e alla portata di chiunque! Inoltre, abituandosi ad uscire da siti come Facebook o Twitter si eviterà che possano tenere traccia degli spostamenti dell’utente e delle sue abitudini, e di conseguenza tali informazioni saranno più difficili da trovare per gli hacker. Tutto con un semplicismo click sul campo LOG OUT!

La sicurezza è la combinazione di comportamenti prudenti e dell’utilizzo delle migliori tecnologie.

Vi consigliamo quindi di provare Sophos Home Sophos Home è il nuovo prodotto di home security di Sophos. Semplice da utilizzare e gratuito protegge sia i Mac che i PC. È inoltre gestito sul cloud, quindi può proteggere tutta la famiglia ovunque si trovi con una facile piattaforma di gestione. Non ci sono né pubblicità né pop-up e le opzioni di sicurezza sono estremamente intuitive. Potete trovare tutte le informazioni su Sophos Home all’indirizzo web www.sophos.com/home

Leave a Reply

Your email address will not be published.